In sostanza, gli indici sono composti da un gruppo di azioni. Quelli globali più comuni sono il Dow Jones (USA), il NYSE (USA), l’S&P 500 (USA), il FTSE (UK), il CAC 40 (Francia), il Nikkei 225 (Giappone), e il NASDAQ 100 (Stati Uniti d’America).

Ci sono più di 100 indici in tutto il mondo, ognuno dei quali è negoziabile su piattaforme di opzioni binarie e chiunque può farlo.

Fare trading di queste attività in opzioni binarie è simile allo scambio di azioni e a tutte le altre attività.

Se un si inserisce un’Opzione Call quando si scambiano gli indici, si sta prevedendo che al tempo di scadenza il prezzo di mercato sarà superiore rispetto a quello che era il prezzo d’esercizio. Se la previsione è corretta, il trade viene detto In The Money – e se ne trae profitto sull’investimento iniziale.

Se si inserisce un’Opzione Put su uno specifico trade, si sta prevedendo che al tempo di scadenza il prezzo di mercato sarà inferiore rispetto a quello che era il prezzo d’esercizio. Con una previsione è corretta, il trade viene ancora una volta ritenuto essere In The Money – e se ne trae profitto sull’investimento iniziale.